Accesso Rivenditore

È possibile accedere al portale dei partner tramite il pulsante sulla destra.

Concetto di trasmissione

L'esclusivo principio di trasmissione di Reform Metron convince con la modernissima tecnologia che assicura le massime prestazioni grazie al collegamento intelligente.

Avanzamento elettrico

L'avanzamento avviene in linea di massima in modo completamente elettrico. Quattro motori ruota sincroni (uno per ruota) assicurano una spinta efficiente ed economica del Metron. Nell'avanzamento puramente elettrico, la fonte di energia è rappresentata dal pacchetto batteria da 8,5 kWh. Questa capacità è sufficiente per tempi di guida fino a nove ore. In base al fabbisogno, durante la discesa e la frenata, l'energia viene recuperata nel sistema della batteria.

Avanzamento con il motore a combustione in funzione

Come in passato, l'avanzamento con il motore a combustione in funzione viene garantito da un funzionamento puramente elettrico. Il generatore InMotion flangiato direttamente al motore funge in questo caso da fonte di energia. I motori ruota vengono azionati direttamente mediante la tensione indotta nel generatore che ricarica contemporaneamente il pacchetto batteria.

Motori ruota

Quattro motori sincroni con magneti permanenti assicurano la massima forza motrice e al contempo la massima economicità. Con una potenza di picco di 4,8 kW per motore si ottiene una potenza complessiva di 19,2 kW. La velocità può essere regolata in modo continuo dal telecomando da 0 a 8 km/h. I motori dispongono di una ruota libera integrata in modo che sia possibile spingere o trainare il Metron con poche manovre, ad esempio con un verricello su un rimorchio. Il rumore d'esercizio di questi motori è minimo, è quindi possibile utilizzare il veicolo senza preoccupazioni anche di notte o nelle vicinanze di centri di riabilitazione o sanitari.

Differenziale elettronico

Il comando del Metron calcola automaticamente la compensazione del differenziale. Tale calcolo comprende i raggi di curvatura, l'angolo di sterzata e la velocità. Al fine di impedire lo slittamento delle ruote su un fondo liscio o sterrato, viene costantemente misurato lo scorrimento di tutte le quattro ruote. Se il monitoraggio elettronico rileva lo slittamento di una ruota, il numero di giri della ruota viene automaticamente ridotto compensando lo scorrimento.

Principio a 48 V

L'intero concetto del veicolo si basa su una tensione di esercizio di 48 Volt. Ciò significa che dai sollevatori ai servomotori fino all'illuminazione e alle estensioni, tutte le utenze elettriche vengono alimentate a 48 Volt. Sono escluse solamente le centraline del veicolo e del motore che funzionano con gli abituali 12 V. Integrato nel veicolo si trova un caricatore per l'accumulatore del telecomando.

Corrente al posto dell'olio

Unica nel segmento dei portaattrezzi è la totale eliminazione di componenti idraulici. Sia i sollevatori che lo sterzo vengono comandati da servomootori elettrici. Con il monitoraggio elettronico dello stato integrato è possibile controllare i motori elettrici con la massima precisione rilevandone la posizione attuale. Ciò costituisce un notevole vantaggio soprattutto nelle attività delicate e nelle manovre di lavoro precise. Anche per quanto riguarda il rispetto dell'ambiente, la realizzazione con servomotori offre grandi benefici: ad esempio viene eliminato il rischio di scoppio dei flessibili idraulici con la conseguente fuoriuscita di olio assicurando un lavoro senza preoccupazioni (anche nelle aree di protezione delle acque).

Massima efficienza di lavoro

Le macchine tradizionali, basate su una combinazione motore a combustione/impianto idraulico, raggiungono solamente un rendimento globale pari a 16,5 – 22 % (motore a combustione: 30 - 40 % / azionamento idraulico: 55 %). L'uso di servomotori elettrici al posto dell'impianto idraulico consente di aumentare notevolmente il rendimento globale, ossia dal 28 fino al 37,5 % (motore a combustione: 30 - 40 % / azionamento elettrico: 93,8 %). Grazie al recupero, Metron consente un uso efficiente dell'energia dissipata durante la discesa e la frenata alimentando il sistema di batterie.